Non riesco a sopportare quelle persone che mi dicono “mi manchi” e poi non si fanno sentire

Voglio dire, se ti manco perché non mi scrivi? Perché non cerchi di farti presente nella mia vita?
Ma la cosa peggiore, quella che proprio mi fa salire i nervi a mille, è che quando tu gli scrivi loro non si degnano manco di una risposta.
Ma santo cielo, cosa sono io? Un oggetto? Puoi trattarmi come ti pare?
Ho sentimenti, paure, angosce, ma soprattutto ho un dannato cervello e lo capisco quando non sono gradito. Capisco se la gente può anche fare a meno di me.
Percepisco nell’aria uno strato sottile di vergogna, ed è quella vergogna che mi fa capire tante cose, come che sei un bugiardo, un ipocrita, uno sfruttatore, ma soprattutto non sei quello che dicevi di essere.

Rispondi